Percorso Degli Alpeggi

Via Ronchetto
Roncobello

Descrizione

La storia fa risalire a  oltre un millennio la realtà agro-silvo-pastorale del territorio di Roncobello.
La peculiare caratteristiche di questi terreni da pascolo è costruita da una varietà di essenze erbacee pregiate . Per questo di sono sviluppati già da alcuni secoli insediamenti in quota per consentire l’utilizzo corretto dei pascoli nei mesi estivi con costruzione di rifugi e baite, molte dotate di un locale accessibile agli escursionisti di passaggio per consentire loro di ripararsi occasionalmente dalle intemperie. Tutto l’aleggio fa riferimento alla malga principale di Mezzeno, essendo la più accessibile, la più attrezzata e in cui si effettua la vendite diretta dei prodotti realizzati in loco.
Di seguito le baite degli alpeggiatori della conca di Mezzeno:
-Baita di Caprarizzo: utilizzata nel periodo estivo dai custodi di un gregge di ovini e caprini che percorre i pascoli alti della zona.
-Baita di Branchino: utilizzata dai pastori di passaggio e come riparo per gli escursionisti
- Baita del Foppo: posta lungo il sentiero che conduce ai Laghi Gemelli, ospita nel periodo estivo gli alpeggiatori che vi risiedono e producono formaggio.
- Baita della Croce: Utilizzata dai alghesi in cado di pioggia e come riparo per gli escursionisti di passaggio
- Baita Monte Campo: utilizzata nel periodo giungo-settembre dai custodi di un gregge di ovi-caprini che utilizza i pascoli alti della zona. Costruita tra il XVIII e XIX sec.e ristrutturata negli anni, ha un locale accessibile come riparo per gli escursionisti di passaggio.
-Baita dei tre Pizzi: Forse la più diroccata, è anche la baita più in quota dell’alpeggio. Utilizzata dai malghesi in caso di pioggia e come riparo occasionalmente per gli escursionisti di passaggio

Suggerimenti

Per informazioni: Proloco Roncobello Via Ronchetto 10  

Informazioni