MuMeSe

Corso Milano, 19
Selvino


Descrizione

Museo Memoriale Sciesopoli Ebraica

La storia di questa struttura comincia l’11 giugno 1933 quando il gruppo fascista milanese che prende il nome dal patriota risorgimentale Amatore Sciesa fonda una casa colonica a Selvino.
Sciesopoli è stata inaugurata nel 1933, su progetto dell'architetto Paolo Vietti-Violi e del suo collaboratore ungherese Andràs Benko, come un "palazzo dello sport", una colonia per i balilla e le piccole italiane. Era la colonia più bella d'Europa, secondo la propaganda fascista. Per un'ironia del destino il gioiello del regime diventava ora il rifugio delle sue vittime. Il 21 settembre del 1945 la colonia di Sciesopoli venne ufficialmente affidata al Governo Alleato, su interessamento di Ferruccio Parri e del Sindaco di Milano Antonio Greppi, alla comunità ebraica milanese e da essa alla Brigata Ebraica. Sciesopoli fu diretta da Moshe Zeiri, un soldato della Brigata ebraica, che applicò un originale metodo pedagogico mutuato da quello di Janusz Korczak. Insieme a sua moglie Yehudit e con l'aiuto dei suoi collaboratori, Moshe seppe trasformare la colonia in una struttura accogliente e funzionale per le centinaia di bambini ebrei, moltissimi orfani, sopravvissuti ai ghetti e ai campi di concentramento o vissuti per strada e nascosti nelle foreste.
Nel 1983 un gruppo di 66 ebrei residenti in Israele, alcuni nel kibbutz Tze'elim, altri dagli Usa, fecero ritorno a Selvino per una visita alla Casa che li aveva ospitati, accolti calorosamente dal Sindaco Vinicio Grigis e dalla popolazione locale. Una targa di metallo dorato fu apposta ai muri di Sciesopoli.
"In questa Casa a Selvino sono stati accolti nel periodo 1945-1948 circa 800 bambini e ragazzi scampati allo sterminio, reduci dai ghetti e dai campi della morte. Qui hanno ritrovato la gioia di vivere e la fiducia nell'uomo di cui erano stati privati. Qui hanno appreso la lingua dei loro antenati, la lingua della Bibbia. Qui sono stat preparati a una nuova vita nella loro patria Israele. Qui hanno imparato a conoscere e amare il cuore generoso del popolo italiano. Questa targa è dedicata a tutti coloro che hanno contribuito al successo di tale opera umana ed educativa."
Il 19 novembre 2015, su proposta della Sopraintenza Belle Arti e Paesaggio della Lombardia, il Segretariato Regionale per il Patrimonio Culturale del Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali) ha dichiarato l'edificio di notevole interesse storico e architettonico.
Nel 2016 si è costituita un'associazione israeliana no profit di ex Bambini di Selvino e dei loro famigliari: " Children of Selvino", con legami internazionali, per opporsi ad ogni progetto di demolizione di Sciesopoli e per preservare il sito come luogo di memoria della Shoah, luogo di accoglienza, di speranza e di ritorno alla vita, dopo la tragedia e l'orrore dei campi di sterminio.
Il 27 ottobre 2019 il Comune di Selvino ha inaugurato il MuMeSE, il Museo Memoriale Sciesopoli Ebraica- Casa dei Bambini di Selvino, in memoria dei bambini che sopravvissero alla guerra e alla Shoah. Nei giorni felici, ma non facili, trascorsi a Selvino, essi ritrovarono il sorriso e la speranza di una nuova vita, nonostante le inguaribili ferite dei ghetti rasi al suolo, delle fughe, delle fucilazioni di massa, delle deportazioni e delle camere a gas, che hanno contrassegnato la loro vita e la storia del Novecento nella pianificazione scientifica di un genocidio terribile.
Per maggiori informazioni sulla struttura visita il sito www.sciesopoli.com

Museo Memoriale di Sciesopoli Ebraica Casa dei Bambini di Selvino  
Il Museo è aperto tutte le 1^ domeniche del mese
Nelle giornate di apertura del Museo è possibile visitare l'edificio di Sciesopoli (su prenotazione) con presentazione di apposita liberatoria (dichiarazione di assunzione di rischio e di manleva)
Sono prenotabili eventuali visite straordinarie per gruppi sempre solo nei giorni di apertura al pubblico.
Prenotazione obbligatoria al numero 035/0521582 oppure tramite mail sciesopoli@comunediselvino.it
Aperture straordinarie del Museo e dell'edificio di Sciesopoli:

Festa della Liberazione Domenica 25 Aprile 2021
Festa della Repubblica Mercoledì 2 Giugno 2021
Giornata Europea della Cultura Ebraica Domenica 5 settembre 2021
Giornate Europee del Patrimonio (cogni anno cadono nella seconda metà di settembre)

Orari ingressi Museo:10 - 10,30 - 11 - 11,30 - 15 - 15,30 - 16 - 16,30
Orari ingressi Sciesopoli: 10,45 e 15.00
Si prega di prenotare anticipatamente presso L'infopoint aperto tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17,30 (Corso Milano 19, Selvino - 035.0521582 - sciesopoli@comunediselvino.it).

Il biglietto di ingresso viene emesso dall'Infopoint (Corso Milano 19) obbligatoriamente prima della visita. Costo ingresso 2 euro.
Come raggiungere MuMeSE: 
Il MuMeSE è ubicato presso il comune di Selvino in Corso Milano n. 19 al 2^ piano dell'edificio e l'ingresso è contrassegnato da una targa con la scritta MuMeSE. Se necessario possibile utilizzare l'ascensore previa comunicazione al momento della prenotazione.
Nelle vicinanze sono presenti i seguenti parcheggi non custoditi mediante utilizzo di tagliandi prepagati denominati "GRATTA E SOSTA" nei giorni di sabato, domenica e festività e nel mese di agosto dalle ore 09.00 alle ore 20.00:
Corso Milano (di fronte al Pub MC Keown e all'altezza del bar Marika); nei feriali da lunedì a venerdì escluse festività disco orario 1 ora;
Via Vulcano (fino all'altezza del civico 22). Se necessaria è presente una colonnina per la ricarica auto elettriche.
Nella parte terminale della Via Vulcano, ossia nella piazzetta interna, il parcheggio non è a pagamento ma a Disco Orario con sosta di 2 ore 
Sono esentati dal pagamento i portatori di handicap muniti di regolare contrassegno di cui al D.P.R. 16/12/1992 n. 495 art. 381, commi 2 e 3, D.P.R. 503/96 art. 12 comma 3. 
- Come raggiungere l'edificio di Sciesopoli :
L'edificio di Sciesopoli si trova in Via Cardo 64 raggiungibile sia in macchina (5 minuti) che a piedi ( 18 minuti).
Nelle vicinanze ci sono 2 parcheggi liberi:
il primo in Via Cardo. Se necessaria è presente una colonnina per la ricarica di auto elettriche;
il secondo in Via Madonna Della Neve in fianco alla Chiesetta.
L’edificio di Sciesopli non è accessibile per i portatori di handicap (sono presenti scale)

Suggerimenti


Informazioni